TEULADA e la zona

Se state leggendo queste parole, probabilmente conoscete già parte delle meraviglie che caratterizzano il nostro territorio. Vogliamo comunque utilizzare questa pagina per fare una veloce carrellata su quelle che sono le principali attrattive, sperando che insieme a queste passi anche un pò dell'atmosfera che regalano.


IL BORGO

Teulada è un borgo seicentesco a poca distanza dal mare.
Le sue aree verdi pubbliche e le case in stile sardo ne caratterizzano l'aspetto, rendendolo particolarmente piacevole da visitare e da vivere in ogni stagione.

Tanti i monumenti da scoprire fra le case, e oltre alle conosciute Chiese antiche (B.V. del Carmine, San Francesco ecc.) acquistano sempre maggiore importanza quelli che da sempre furono i punti cardine della vita del paese, come a voler celebrare quell'arcaica e affascinante cultura di allevatori e pescatori che da sempre ci contraddistingue.
Capiterà cosi di passeggiare fra le vie del paese ad ammirare "S'Arruga de is Pottalisi" (Via dei vecchi portali), "Sa Funtana Crobetta" (Fontana coperta), "Su Briglioni" (la vecchia diga che proteggeva il paese dalle piene del fiume) o ancora "Sa domu de su Baroni" (la Casa dei Baroni Sanjust) con la sua lunga storia di governo su una vasta zona del sud Sardegna.


Chiesa B.V. del CarmineS'Arruga dei is PottalisiFuntana Crobetta

Chiesa S.Francescola diga de Su BriglioniSa Domu de su Baroni




Qualche foto sul suggestivo selciato di via S.Barbara e poi di nuovo in cammino per i viottoli ad ammirare la miriade di sculture che adornano il paese dopo decine di anni di incontri internazionali di scultura su pietra.
I bassorilievi in trachite danno all'antico percorso della Via Crucis un tocco unico e le riproduzioni delle tele del famoso pittore Cesare Cabras poste nelle diverse zone del borgo, ridonano a queste strade la stessa atmosfera che le colorava oltre un secolo fa.

Vi capiterà di sentir parlare dell'arte del ricamo e di due famosi punti teuladini (Punt'e nù e Punt'a Brodu) ormai conosciuti nel mondo, e magari entrerete in contatto con quel pane tipico che vede "Sa Tunda" come simbolo di un'arte tutta da assaporare.


Riproduzioni delle tele di Cabras lungo il paeseRicamo tipico teuladino - Punt'e nùSa Tunda


...Teulada è un po' così,
potresti descriverla con un semplice sguardo o perderti nelle mille sfaccettature ricche di fascino che trovi racchiuse fra i visi degli anziani e le pietre dei vecchi muri diroccati.
Sta solo a te decidere fin dove vuoi arrivare!

IL TERRITORIO

Mare turchese, montagne fino a 1000 metri, colline culminate da nuraghi e una natura incontaminata dalla quale è difficile separarsi.

Non è semplice sintetizzare tutto...è un po' come dover disegnare l'arcobaleno con una matita di un solo colore, ma ci proviamo...

Il comune di Teulada dispone di uno dei più vasti territori della Sardegna, e le sue terre in riva al mare strizzano l'occhio alle aspre verdi montagne che si spingono fino ai quasi 1000 metri di Punta Sebera.
Le spiagge godono dell'acclamato favore dei turisti e i percorsi fra i boschi, i nuraghi e i vecchi furriadroxius (ovili che erano punti di riferimento per le campagne) aspettano solo di essere conosciuti.


Cascate nei dintorni di SeberaNuraghe Sa PeldaiaFurriadroxius Marongiu a Is Olias



Fra le innumerevoli spiagge e calette presenti negli oltre 30 km di costa, si menzionano spesso la spiaggia di Tuerredda con la sua forma unica e la sabbia bianchissima, le immense dune de "Is Arenas Biancas", le acque mozzafiato di "Porto Zafferano", e ancora Portu Tramatzu con la meravigliosa visione dell'isola Rossa o "Portu s'Arena" che con la Torre del Budello compare ormai fra le più belle immagini della Sardegna.



TuerreddaIs Arenas BiancasPortu s'Arena

Spiaggia di PixinnìSpiaggia di Porto ZafferanoSpieggetta di Sa Calarza




L'altro lato da scoprire è la parte di territorio che stà risultando un'autentica rivelazione per gli amanti dell'ambiente: le zone di interesse naturalistico, storico e archeologico.
Teulada è ormai diventata una meta ambita per i bikers e gli amanti del trekking, e non di rado dei gruppi di appassionati si incontrano per conoscere nuovi posti suggestivi o nuove zone da esplorare (spesso anche l'ufficio turistico dispone di info in merito).
Le passeggiate verso i nuraghi, il pellegrinaggio al Santuario del Carmelo, i percorsi MTB fra gli ovili o fino alla riserva del cervo sardo a Is Cannoneris sono solo alcuni degli itinerari da fare, senza dimenticare e decine di alternative sterrate che dal borgo con tragitti più o meno facili, conducono al mare.
Per gli amanti della corsa a piedi ci si potrà trovare fra le numerose persone che ogni giorno trovano il benessere nella pista comunale o si potrà intraprendere il percorso che dal borgo si snoda verso la Chiesetta campestre di Sant'Isidoro e poi verso il mare.
Dal Paese si snodano numerosi "circuiti" sterrati e non dove fare le proprie passeggiate di 10 minuti o anche di diverse ore. Ora non vi resta che scegliere!
I numerosi Agriturismo potranno farvi gustare una buona pausa durante la piacevole scopera del territorio.


i sentieri in MTBCervi Sardi a Is CannonerisChiesetta campestre di S.Isidoro

Maialini al pascoloCavalli e FurriadroxiuVitellino in campagna


LE MANIFESTAZIONI

A Teulada la tradizione ha un ruolo fondamentale nella cultura della gente, e vi capiterà spesso di ritrovarvi fra qualche antica sagra o qualche rito che si perde nel tempo.

L'estate è caratterizzata da un calendario di manifestazioni che a cadenza quasi giornaliera offrono un'immersione nello spirito di questa antica terra.
Le sagre del Pescatore, del Pane e di S.Isidoro ormai oltre la 300esima edizione, la festa della Madonna del Carmine, il Festival internazionale di animazione "Animar", le rassegne musicali, is "Morus in Festa" sono solo alcune delle numerose cose da vivere nell'estate teuladina.


Madonna del Pescatore e gruppo FolkFestival AnimarProcessione in mare per la festa del pescatore


Il borgo però offre tanto di più, e alla stagione turistica più calda associa un ventaglio di opportunità da cogliere nelle stagioni meno pubblicizzate ma anche più suggestive.
I riti della settimana santa rievocano le atmosfere ancestrali di un popolo molto legato ai valori cristiani. Il suono delle "Matraccas" nella Via Crucis del venerdi e gli spari a festa durante "S'Incontru" della domenica sono solo una componente di un'antica tradizione in grado di coinvolgere tutti i sensi.

Il carnevale è un'altra delle cose da non perdere. Con le sue arcaiche maschere "Su Boinarxiu e su Pastori" derivate dalla secolare cultura agropastorale, il paese vive dei giorni totalmente rapito da una festa dalle due facce: il divertimento dei carri allegorici e la forte suggestione delle maschere tradizionali.


Bambini in costume teuladinoMaschera Tipica Boinarxiu e PastoreGiogo di buoi alla sagra di S.Isidoro


I DINTORNI

Spesso quando si descrive un territorio si dimentica di citare le località vicine, ma stavolta non incorreremo in questo errore.
Teulada ha infatti la fortuna di trovarsi fra dei paesi eltrettanto interessanti che meritano ciascuno almeno una visita per poterne apprezzare le meravigliose caratteristiche.

Vi capiterà di visitare Chia (Domus de Maria) che con i suoi chilometri di spiagge desta lo stupore di ogni turista, oppure Sant'Anna Arresi con le spiagge di Porto Pino, Porto Pinetto e il pittoresco nuraghe proprio al centro del paese.
Santadi è quello che si potrebbe definire "il capoluogo dei prodotti tipici" e con il suo territorio che abbraccia alte montagne fa bene risaltare l'mportanza per le sue produzioni che ormai girano il mondo. Sarà d'obbligo la visita alla cantina (celebre per il carignano "Terre Brune", uno fra i vini più quotati in Sardegna), al caseificio, alle sue zone archeologiche di Pani Loriga e Barrancu Mannu, alle Grotte "Is Zuddas" e soprattutto alla selvaggia foresta di "Pantaleo".
Pula è conosciuta per la sua particolare vocazione turistica e i resort a 5 stelle meta di personalità famose dello spettacolo e del mondo della finanza. merita una visita per la sua frizzante vita notturna, la zona archeologica di Nora, l'acquario comunale, l'antica chiesetta di S.Efisio e il fascino del centro storico. Da menzionare l'importante area protetta di Is Cannoneris raggiungibile direttamente anche da Teulada, dove poter vedere il cervo sardo salvato dell'estinzione non molto tempo fa.


Spiaggia di Chia - Domus de MariaCantina di SantadiZona archeologica di Nora - Pula

Barrancu Mannu - SantadiGrotte Is Zuddas - SantadiBosco di Pantaleo - Santadi

Fra le tante altre attrattive della zona compaiono anche il suggestivo borgo di "Tratalias vecchia", il Tophet e la necropoli punico-romana di Sant'Antioco, l'isola di S.Pietro con il villaggio di Carloforte (premiato come uno dei più belli d'Italia), le Domus de Janas di Montessu (Villaperuccio), la strada panoramica fra Nebida e Masua, le zone minerarie di tutto il Sulcis come "Rosas" a Narcao, Porto Flavia a Masua ecc.


Domus de Janas Montessu - VillaperuccioPorto Flavia - Masua - IglesiasVillaggio Minerario Rosas - Narcao

Quest'elenco potrebbe proseguire all'infinito, ma vogliamo lasciare che siate voi a fare le migliori scoperte in base a ciò che desiderate. Vi aspettiamo!

 

B&B Su Briglioni Teulada
Via Regina Margherita, 1 - 09019 Teulada CA - Cell. 348 3428095 - 333-6238950
email subriglioni@hotmail.it - www.subriglioni.it